Descrizione

Le grandi tonalità affettive, che determinano il nostro rapporto con il mondo - la cura e la noia, l'immagine della vita e il senso della morte, il disagio e la felicità - rimangono spesso come stati germinali del pensiero. Si muovono come un polline, pronto a fecondare un'idea o un'immagine, nelle zone d'aria che abitano, nella nostra mente. In questo senso, Novalis ha intitolato Polline una sua straordinaria raccolta di frammenti. Quando questi ‟germi” giungono, attraverso una sorta di rito di passaggio a contatto con un sistema di concetti filosofici o di immagini, a prendere forma, sembrano allora essere diventati indiscernibili: spostati altrove, osceni, impronunciabili, come le parole a cui, nei libri del passato, si alludeva con un asterisco. "Vita e morte le pronuncio con una nota in calce/ con un asterisco," ha scritto polemicamente Marina Cvetaeva. Questo libro si propone di portare al centro della pagine ciò che, appunto, di solito viene confinato ai suoi margini con un asterisco. Non è un libro di aforismi. Non pretende, infatti, di offrire, nel lampo di un motto o di una frase, una verità assoluta. Cerca piuttosto di mostrare come il pensiero prenda forma muovendosi attraverso un'infinità di forme possibili, che toccano non solo il suo potere, ma anche l'ansia, la passione soggettiva, che emergono sempre quando ci rapportiamo al mondo con le nostre idee e immagini, e con le immagini e le idee altrui, che facciamo nostre, che trasferiamo nelle nostre parole.

Conosci l’autore

Franco Rella

Franco Rella (Rovereto, 1944), docente di Estetica alla facoltà del Design e delle Arti dell’Università di Venezia, è autore di numerosi saggi, più volte ristampati e tradotti. Con Feltrinelli ha pubblicato: Il mito dell’altro. Lacan, Deleuze, Foucault (1978), Il silenzio e le parole. Il pensiero nel tempo della crisi (1981), Metamorfosi. Immagini del pensiero (1984), La battaglia della verità (1986), Limina. Il pensiero e le cose (1987), Asterischi (1989), Bellezza e verità (1990), L’enigma della bellezza (1991), Miti e figure del moderno (1993, 2003), Le soglie dell’ombra (1994), Negli occhi di Vincent. L’io nello specchio del mondo (1998), Ai confini del corpo (2000), Figure del male (2002), Dall’esilio. La creazione artistica come testimonianza (2004) e Scritture estreme. Proust e Kafka (2005), oltre al romanzo L’ultimo uomo (1996); per i “Classici” ha scritto l’introduzione a Edipo il tiranno di Hölderlin, Baccanti di Euripide e Edipo Re di Sofocle; ha tradotto e curato I sonetti a Orfeo di Rilke, Lo Spleen di Parigi e Ultimi scritti di Baudelaire e Bouvard e Pécuchet di Flaubert.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Gennaio, 1989
Collana: 
Impronte
Pagine: 
128
Prezzo: 
8,26€
ISBN: 
9788807050640