Descrizione

“Sostenere il tempo, ossia l’eternità nell’attimo.”
Romanzo on the road sospeso tra le Americhe e la vecchia Europa, Homo Faber è il dilemma tra natura e tecnica e una geniale variazione sul mito di Edipo.
Il capolavoro di Max Frisch in una nuova traduzione.

Recensioni d'autore

  • Duecento pagine e c'è tutto! Se una storia è grande, non lo è perché è lunga. Anche questo ci ricorda Homo Faber... Nuova, ottima traduzione di Margherita Carbonaro.

  • Possiede una forza incomparabile.

Conosci l’autore

Max Frisch

Max Frisch (Zurigo, 1911-1991) è considerato tra i massimi scrittori e drammaturghi di lingua tedesca. Ha scritto opere teatrali, che risentono dell’influenza di Brecht e trattano dell’alienazione dell’uomo moderno. Tra le sue opere ricordiamo: La muraglia cinese (1946), Stiller (1954), Omobono e gli incendiari (1958), Montauk (1975), Trittico: tre quadri scenici (1978), L’uomo nell’Olocene (1979), Barbablù (1982); Feltrinelli ha pubblicato: Homo Faber (1959; 1997; nuova traduzione, 2017)) che ha ispirato il film Voyager di Volker Schlöndorff con Sam Shepard, Andorra (1962), Diario d’antepace (1962), Il teatro (1962), Il mio nome sia Gantenbein (1965; 2003), Biografia. Un gioco scenico (1970; 2005), Diario della coscienza (1974) e Don Giovanni o l’amore per la geometria (1991; 2004).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Marzo, 2017
Collana: 
Ebook Feltrinelli Novità
Prezzo: 
9,99€
ISBN: 
9788858827291
Genere: 
E-book 
Traduttore: 
Margherita Carbonaro