Descrizione

Questo volume, tradotto nel 1971 e sempre ristampato con grande successo, presenta una tecnica psicoterapeutica semplice, rapida, facilmente accessibile al paziente e tale da offrire al terapeuta una guida, dei criteri validi e dei sistemi di riferimento sui quali impostare il contatto con il paziente stesso. Con l'allenamento sistematico agli esercizi di questa tecnica di autodistensione psichica e somatica è possibile smorzare, risolvere, eliminare sintomi disturbanti, mobilizzare attitudini interiori che non riuscivano a realizzarsi spontaneamente, smantellare resistenze che impedivano il ristabilirsi di equilibri funzionali alterati, trasferire dinamismi positivi negli strati più profondi della personalità, decondizionare situazioni patologiche anche da tempo stabilizzate. Il training autogeno non è soltanto un metodo che permette di realizzare risultati terapeutici indiscutibili, ma anche un'impostazione teorica che consente il superamento di quello che Freud chiamava il "muro della biologia". Con il training autogeno il rapporto psiche-soma è colto direttamente in atto nelle sue possibili correlazioni funzionali, consentendo di individuare i punti di contatto tra il mondo dei conflitti e il soma.

Conosci l’autore

Jurgen H. Schultz

Nato a Göttingen nel 1884, J.H. Schultz fu allievo dell'ipnotista Vogt, e prese parte agli esordi del movimento psicoanalitico. Se ne distaccò per realizzare la propria tecnica. Dal 1936 al 1945 fu presidente dell'Istituto tedesco per le ricerche psicologiche e per la psicoterapia di Berlino. Lasciato tale incarico, continuò la propria missione di docente terapeuta fino alla morte, avvenuta nel 1970.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Febbraio, 2007
Collana: 
Campi Del Sapere
Pagine: 
373
Prezzo: 
34,00€
ISBN: 
9788807102691
Genere: 
Saggistica, Università 
Traduttore: 
Giuseppe Crosa
Curatore: 
D. Langen