Descrizione

Franz Kafka è lo scrittore più 'interpretato' del Novecento: questo volume rappresenta un contributo essenziale fra le migliaia di monografie, saggi e interventi con cui il nostro secolo ha interrogato se stesso attraverso l'opera del grande scrittore praghese.
Primo saggio monografico completo pubblicato in Italia, lo studio di Baioni costituisce tuttora un fondamentale apporto della germanistica italiana all'esegesi degli scritti kafkiani. Per la prima volta essi vengono esaminati con un'impostazione rigorosamente cronologica, nel loro sviluppo organico, nella loro intenzione narrativa, nella loro dialettica interna.
Troppo spesso considerato visionario scrittore di incubi, Kafka si rivela così narratore estremamente conscio dei propri mezzi. Al Kafka teologo e metastorico di Max Brod e della critica esistenzialistica si sostituisce il Kafka storico-interpretato nel contesto della cultura ebraico-tedesca di Praga- che riesce a fondere il proprio dramma di uomo borghese, vittima della macchina burocratica, con il proprio dramma di ebreo che tenta invano di colmare il vuoto religioso prodotto dalla secolarizzazione dell'anima ebraica.

Conosci l’autore

Giuliano Baioni

Giuliano Baioni (1926-2004), critico letterario, insegnante e germanista, è stato allievo di Ladislao Mittner allʼUniversità di Venezia. I suoi studi su Kafka, Nietzsche, Rilke, Goethe e Fontane, di risonanza internazionale, lo hanno posto tra i migliori studiosi di letteratura tedesca. Con Feltrinelli, Kafka (1997).


 

 

 


 

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Gennaio, 1997
Collana: 
Campi Del Sapere
Pagine: 
300
Prezzo: 
15,49€
ISBN: 
9788807102172
Genere: 
Saggistica, Università